Jonida Prifti, poeta/performer, vocalist e traduttrice/interprete dall’albanese all’italiano e viceversa, nata a Berat (Albania) nel 1982, è emigrata in Italia (Roma) nel 2001. Si è laureata nel 2010 con una tesi magistrale sulla poetessa italiana Patrizia Vicinelli all’Università de “La Sapienza” di Roma. La sua tesi è stata poi pubblicata in e-book dalla casa editrice accademica Onyx nel 2014. Fra le pubblicazioni ricordiamo: ‘Non voglio partorire un corpo di plastica’ (Alfabeta2, 2010); ‘Ajenk’ (Transeuropa, 2011); “Rivestrane” (Selva, 2017); “Oriane” – Libro d’Arte in collaborazione con Cristina Piciacchia (HD Edizioni, 2017). Il suo lavoro si concentra sulla commistione linguistica tra la lingua madre (albanese) e la lingua italiana. Infatti, nelle sue opere è presente la differenza sonora, lessicale e grafico-visuale delle due lingue. Il suo audio-libro bilingue Ajenk è un chiaro esempio di due modi di vedere la lingua dove le due culture, albanese e italiano, si incontrano integrandosi a vicenda attraverso la ricerca linguistico/poetica. E’ stata ospite a diversi congressi e seminari accademici sulla poesia e la letteratura tra cui: “Indagini e letture. Gruppo 63” (Università La Sapienza, Roma 2013); “Le giornate di Studio sulla rottura del linguaggio sulla scena italiana dagli anni ’60 ad oggi” (Università di Tolosa Jean Jaurès, 2015); “Poesia e reti sociali nell’era digitale” (La Sapienza, 2018); “Patrizia Vicinelli. La poesia e l’azione” (Università IUAV, Venezia, 2018) etc.

Nel 2008, ha fondato il duo di poesia sonora ‘Acchiappashpirt’ con il musicista Stefano Di Trapani. Questo progetto “miscela” musica contemporanea e poesia d’avanguardia. Insieme, dal 2010, organizzano annualmente a Roma il minifestival internazionale di poesia sonora “Poesia Carnosa”.

Inoltre, nutre altri tre progetti musicali/poetici/dadaisti tra cui “Jona” (solo piano series); ‘J A’ (con la musicista Andrea Noce);‘Alfabeti Barbarici’ (con l’esperta di culture arabe Donatella Della Ratta alias Lulu Shamiyya). Dal 2012 al 2015 è stata voce solista nella band “Shesh”. Nel 2015 hanno pubblicato l’album “Halo” (Filibusta Rec.).  Dal 2016 al 2019 ha fatto parte del duo ‘Opa Opa’ insieme alla musicista serba Iva Stanisic. Oltre a molteplici live, comparse e interviste in vari canali sia virtuali che televisivi hanno realizzato l’album “Buongiorno Italia” (Filibusta rec., 2018).

Ha partecipato a vari festival di poesia in Italia e all’estero tra cui “Generazione Y” (Maxxi, Roma), “Poetitaly” (Roma), “Colour Out Of Space” e “Secret Anarchy Garden” negli UK, “Mediterranea 18 Young Artists Biennale ” (Tirana – Durazzo, Albania), “I quattro elementi” (Istituto Italiano di Cultura, Madrid) etc. Fa parte del film-documentario “Linfa” (2018) di Carlotta Cerquetti il quale è incentrato sulla scena underground femminile di Roma Est.

A marzo 2021 uscirà il suo nuovo libro di poesie in albanese con la traduzione a fronte per la casa editrice “Kurumuny” nella collana “Camminamenti” a cura di Marthia Carrozzo.

Inoltre, è videomaker e fotografa. Le sue fotografie sono state pubblicate nelle riviste “Vice Italia” e “Noisey Italia” etc.

BIO – ENG

Jonida Prifti, poetess / performer, vocalist and translator / interpreter from Albanian to Italian and vice versa, born in Berat (Albania) in 1982, emigrated to Italy (Rome) in 2001. She graduated in 2010 with a master’s thesis on the italian poetess Patrizia Vicinelli at the University of “La Sapienza” in Rome. Her thesis was then published in an e-book by the academic publishing house Onyx in 2014. Among the publications we mention: ‘Non voglio partorire un corpo di plastica’ (Alfabeta2, 2010); ‘Ajenk’ (Transeuropa, 2011); “Rivestrane” (Selva, 2017); “Oriane” – an art book in collaboration with Cristina Piciacchia (HD Edizioni, 2017). Her work focuses on the linguistic mix between the mother tongue (Albanian) and the Italian language. In fact, her works focus on the sonic, lexical and graphic-visual difference of the two languages. Her bilingual audio-book Ajenk is a clear example of two ways of seeing the language where the two cultures, Albanian and Italian, meet by integrating each other through linguistic / poetic research. She has been a guest at several conferences and academic seminars on poetry and literature including: “The study days on the breakdown of language on the Italian scene from the 1960s to today” (University of Toulouse Jean Jaurès, 2015); “Poetry and social networks in the digital age” (La Sapienza, 2018); “Patrizia Vicinelli. Poetry and action “(IUAV University, Venice, 2018) etc.

In 2008, she founded the sound poetry duo ‘Acchiappashpirt’ with the italian musician Stefano Di Trapani. This project “mixes” contemporary music and avant-garde poetry. Together, since 2010, they have organized the international sound poetry poem “Poesia Carnosa” annually in Rome.

In addition, it feeds three other musical / poetic / Dadaist projects including “Jona” (solo piano series); ‘J A’ (with the musician Andrea Noce); ‘Barbarian Alphabets’ (with the expert on Arab cultures Donatella Della Ratta aka Lulu Shamiyya). She was the lead singer of the art band ‘Shesh’. They released the album “Halo” (Filibusta Rec., 2015). From 2016 to 2019 she was part of the duo ‘Opa Opa’ together with the Serbian musician Iva Stanisic. In addition to multiple live shows,  interviews in various virtual and television channels, they have released the album “Buongiorno Italia” (Filibusta rec., 2018).

She has participated in various poetry festivals in Italy and abroad including “Generation Y” (Maxxi, Rome), “Poetitaly” (Rome), “Color Out Of Space” and “Secret Anarchy Garden” in the UK, “Mediterranea 18 Young Artists Biennale “(Tirana – Durres, Albania),” The four elements “(Italian Cultural Institute, Madrid) etc. It is part of the documentary film “Linfa” (2018) by Carlotta Cerquetti who is focused on the female underground scene of Eastern Rome.

She is currently writing a book of Albanian poetry with parallel text in Italian, which it will be published in 2020 for the publishing house “Kurumuny” in the series “Camminamenti” curated by Marthia Carrozzo.

She also is an videomaker and photographer. Her pictures are present in “Vice Italy” and “Noisey Italy” magazine etc.

Pubblicazioni

Libri

– “Çengel”(Ogopogo, 2008).
– “Ajenk”- libro + cd – (Transeuropa Edizioni, 2011).
– “Patrizia Vicinelli. La poesia e l’azione” (e- book, Onyx, 2014).
– “Rivestrane” (Selva, 2017).
– “Oriane” – Libro d’Arte in collaborazione con Cristina Piciacchia (HD Edizioni, 2017).

Antologie

– “Gli Internauti” (Aletti Editore, 2005).
– “La Poesia: luogo delle differenze” a cura di Alfonso Malinconico (Marcus Edizioni 2012).
– “Paesaggio 013” a cura di Tommaso Ottonieri (Caratteri Mobili, 2013).
– “Antologia della poesia italiana ultima” a cura di Elisa Alicudi (Alfabeta2, 2014).
– “Trivio. Poeti romani e laziali” a cura di Francesco Muzzioli (Oèdipus Edizioni 2016).
– “Opera Contro” a cura di Margherita Orsino (Università di Tolosa “Jean Jaurès”, 2017).
– “Lingua di terra e di luna” a cura di Anna Maria Giancarli (Robin Ed., 2017).
– “Pelegrin” a cura di Thanas Jani (Drita, Tirana 2017).
– “Poesie per un compleanno” a cura di Max Ponte (PaginaUno ed., 2018).
– “La parola informe” a cura di Sonia Caporossi (Marco Saya, 2018).
– “PiùLuce – Lingua distante” – edizione sulla poesia albanese e curata da Jonida Prifti (PiùLuce, antologia artigianale a cura di Marzia Grillo, 2019).

Riviste

– “Sikur”, prefazione di Maria Grazia Calandrone (Poesia, n.256, 2011, Crocetti ed. rivista cartacea).
– “Non voglio partorire un corpo di plastica” (Alfabeta2, rivista cartacea 2010).
– “Comincio a capire” (Atti Impuri, rivista elettronica, 2010).
– “Çengel” (Romapoesia, rivista elettronica, 2010).
– “10 anni di campeggio dopo l’eclisse” (La Libellula, rivista cartacea 2012).
– “Non voglio partorire un corpo di plastica” (La poesia e lo spirito, rivista elettronica, 2014).
– “Rivestrane” a cura di Francesco Muzzioli (Malacoda, rivista elettronica, 2017).
– “Poesie inedite (Librobreve, rivista elettronica 2017).
– “Rivestrane (dal prologo)” a cura di Diana Marrone (Slow Words, rivista elettronica, 2017).
– “Alle ein wenig heimatlos” a cura di Oliver Koch (Jungle World, rivista cartacea, 2017).
– “Uji i poshtëm” a cura di Marco Cazzella (Spurgo, rivista elettronica, 2017).
– “Le “(de)rivestrane” di Jonida Prifti…” a cura di Stefano Pifferi (Studi Emigrazione, LV, n.210, 2018, Università della Tuscia).
– “The wedding party” silloge poetica tradotta in inglese da Diana Thow (Europe Now, Columbia University, 2018).
– “Il confine che ri-suona” (Poesia del nostro tempo, rivista elettronica, 2018).
– “Poesie di Sonja Azizaj” – traduzione dall’albanese all’italiano (Utsanga, rivista elettronica, 2018).
– “Le Rivestrane” a cura di Francesco Muzzioli (Critica Integrale, 2019)
– “Poem of bum” (Steve, Edizioni del Laboratorio, rivista cartacea, 2019)
– “Pillola onirica” – rubrica mensile nella rivista elettronica “Droga” a cura di Riccardo Papacci e Stefano Di Trapani (2020).

Discografia. Poesia Sonora.

– “Enter J A” – vinile – J A (Rubber 006, Holland, 2019).
– “Click Remover” – release/zine – Acchiappashpirt (Misto Mame, 2019).
– “G e n e r a t A” – release – Acchiappashpirt (Upitup Records, UK, 2018).
– “Muta” – release – Acchiappashpirt (Ozky e – sound, 2017).
– “Strangerivers” – cd – Acchiappashpirt (Filibusta Records, 2017).
– “Tola” – cassetta – Acchiappashpirt (Canti Magnetici, 2017).
– “Flutura” – cassetta – Acchiappashpirt (My Dance the Skull, UK, 2015).
– “Re” – release – Acchiappashpirt (Selva Elettrica, 2014).
– “Res” – release – in collaborazione con Ilir Lluka (Ozky sound, 2014).
– “La Luna nel cervello” – cd / aa vv – Acchiappashpirt (Keen zine, 2013).
– “Femminilizzazione del mondo” – compilation, cd-r+booklet – (Arte nel rumore Vol.V, oz0,79,
2013).
– “Sonete të turpshme” – cd/release- Acchiappashpirt (Ozky sound, 2012).
– “Ajenk” – cd – Acchiappashpirt + J A ( Transeuropa, 2011).

Discografia. Musica.

– “Halo” – cd – Shesh (Filibusta Records, 2015)
– “Turbotronik” – release/compilation – Opa Opa – (Mascom Records, 2017)
– “Liberpiano” – release – (Selva Elettrica, 2018).
– “Buongiorno Italia” – release – Opa Opa – (Filibusta rec, 2018).
– “Linfa” – cd/compilation – Opa Opa – (Faktory Records, 2019).